• Home       • Chalet        • Posizione        • Camere        • Ristorante       • Servizi        • Tariffe       • Offerte / Lastminute       • Mare & Monti
 
Chalet Hotel Bormio
LocalitÓ Cancano - Bormio - Italia
23038 Valdidentro (Sondrio)
Tel +39 0342 919434
Fax +39 0342 905222
e-mail info@chaletvillavalania.it
italiano              deutsch     
   
Richiesta Informazioni
Escursioni
Noleggio MTB
Iscriviti alla newsletter
Reception on line
  Booking on line

La Valle del Gallo

Difficoltà: moderatamente impegnativo
Tempo totale: 3.30 - 4.30 (con mountain bike)
Dislivello in salita: 430 mt.
Sviluppo: 20500 mt.

 

L'itinerario che si propone si svolge tra il confine italiano e quello svizzero.
Dallo Chalet Villa Valania si prosegue in auto fino al parcheggio che si incontra al valico di Fraéle (8 km).
A piedi si percorre quindi une spianata ricca di sfasciumi ghiaiosi provenienti dal versante laterale la Val Paolaccia. Proseguendo si guadagna un bivio e si procede e sinistra verso la Valle del Gallo e poi si imbocca un sentiero che porta in prossimità dello sbocco della Val Bruna. Oltrepassato il ponte si scende e si arriva a "Grasso di Prà di Grata" dove è situata la malga omonima. Proseguendo ci si porta nei pressi di un altro ponticello gettato al di sopra di una suggestiva ed incassata forra dove scorre il torrente chiamato "Acqua del Gallo". Superata l' aspra gola del sottostante torrente del Gallo, si continua lungo la mulattiera militare che attraversa a mezza costa le pendici occidentali della Cima del Serraglio (2.858 s.l.m.). Alla fine di questo tratto, essendo la strada originaria completamente franata, il sentiero scende, non facile, con ripidi zig zag sul ghiaione fin quasi al lago e poi superata una vallecola. risale a prendere quota. Proseguendo, con una serie di omogenei tornanti in salita, si guadagnano le verdi praterie dell' Alpe del Gallo e sucessivamente si giunge in prossimità dei ruderi di baraccamenti militari e di quello che rimane dell' alpeggio omonimo (2.075 mt.s.l.m.). Si superano sulla mulattiera ancora un centinaio di metri di dislivello e si arriva al confine di Stato Italia- Svizzera. Raggiuntolo a quasi 2.300 mt. di quota, si tocca il territorio elvetico. Siamo ora all' interno del Parco Nazionale Svizzero (riserva naturale creata nel 1909 e confinante con quella del Parco Nazionale dello Stelvio) e visto che le regole "svizzere" sono molto severe si consiglia se si volesse continuare di non uscire assolutamente dai sentieri e nel caso foste in mountain Bike, spingerla o portarla in spalla come indicano i cartelli del Park Naziunàl Svizer. Altrimenti, il rientro avviene lungo l'itinerario di andata.


Il giro Val Vezzola - Val Frèla
Alla conquista del Monte Scale

La Fortezza del Monte Scale - tra arte e cultura

La Valle del Gallo